ALTOLA’ I GRASSI
3 marzo 2017
IL MARE CONTRO LO STRESS
3 marzo 2017

Un sorso di benessere

 

Freddo o caldo, dopo i pasti o prima di coricarsi: è sempre il momento giusto per un infuso. Un metodo semplice per sfruttare i notevoli benefici delle erbe.

 

La parola “infuso” deriva dal latino “infundere”, che significa “versare dentro o sopra”. Preparare un infuso consiste dunque nel versare acqua calda sopra frammenti vegetali, quali parti erbacee, foglie, fiori, frutti e spezie, essiccati e sminuzzati, per ottenere l’estrazione dei principi attivi, degli aromi e dei sapori. Il decotto è diverso dall’infuso poiché viene utilizzato per estrarre principi attivi dalle parti meno delicate e più dure delle piante, come radici, cortecce, semi e bacche. Queste vengono immerse in acqua, portate ad ebollizione per alcuni minuti e lasciate riposare prima di essere filtrate.

Gli infusi sono i perfetti sostituti del tè: non contengono teina e donano notevoli benefici!

 

Estratto della rubrica “Nutrizione” della rivista PesoPERFECTO n°36

Condividi SchedaShare on FacebookTweet about this on Twitter

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi