Gentili Clienti, il vostro negozio online è in fase di aggiornamento, vi chiediamo di attendere fino al completo ripristino di tutte le funzionalità. A breve potrete riprendere lo shopping su naturhouse.it, nel frattempo potete scoprire di più sui segreti del Metodo NaturHouse e le ultime novità del nostro blog, nella sezione dedicata!

Naturblog
Informazioni nutrizionali, ricette e consigli per migliorare la tua dieta naturale e raggiungere uno stile di vita sano.

10 alimenti probiotici che dovresti includere nella tua dieta

10 alimenti probiotici che dovresti includere nella tua dieta

I probiotici sono microrganismi vivi che, se forniti in quantità adeguate, promuovono benefici per la salute dell'organismo (Organizzazione Mondiale della Sanità, OMS).

Come commenta l'OMS, i probiotici sono microrganismi vivi naturalmente presenti in molti alimenti o integratori che aiutano a mantenere il buono stato della flora intestinale, ostacolando la crescita di batteri potenzialmente patogeni e favorendo i batteri benefici del microbiota intestinale prevenendo problemi gastrointestinali.
Inoltre, migliorano la digestione evitando irritabilità, gas e infiammazioni.

Si trovano naturalmente nel corpo, ma sono presenti anche negli alimenti. Qui ti proponiamo 10 alimenti probiotici che dovresti includere nella tua dieta.

 

Yogurt

Lo yogurt deve essere intero, senza additivi e naturale, cioè non deve essere sottoposto a pastorizzazione (trattamento termico che impedisce la sopravvivenza dei microrganismi).
È un alimento ricco anche di calcio e proteine di alto valore biologico.
Il latte di capra e di pecora è più ricco di probiotici rispetto al latte di mucca.

 

Kefir

Il Kefir è un latticino simile allo yogurt, ma che è stato fermentato attraverso l'azione di un insieme di lieviti, funghi e batteri. Ci sono tre tipi: latte, acqua e kefir di tè.
Questo alimento contribuisce all'equilibrio della flora intestinale, migliora il sistema immunitario ed è ricco di triptofano, calcio, magnesio, fosforo e vitamine del gruppo B e K.

 

Formaggio morbido

È importante che non sia pastorizzato, per lo stesso motivo di cui abbiamo parlato nello yogurt.
Il formaggio contiene un gran numero di batteri e sostanze nutritive lactobacillus casei, come vari minerali, vitamine del gruppo B (B1, B2, B6, B12), aminoacidi e acido lattico.

 

Cioccolato fondente

È importante evidenziare come un alimento probiotico il cioccolato fondente con un contenuto di cacao dall'80% e senza zuccheri aggiunti. Oltre a un alto livello di antiossidanti, questo tipo di cioccolato fondente ha fino a 4 volte più probiotici rispetto ai latticini.

 

Crauti

È cavolfiore fermentato in salamoia ed è tipico della Germania. Deve essere consumato crudo.
Per i suoi livelli di microrganismi vivi (soprattutto del genere lactobacillus), è considerato uno degli alimenti probiotici per eccellenza.
Dal punto di vista nutrizionale, spicca il suo contenuto in vitamina C, vitamina K, ferro, acido folico e fibre.
Può anche aiutare a placare l'appetito e regolare i livelli di glucosio nel sangue.

 

Miso

Il miso è una pasta a base di semi di soia fermentati con sale marino, ed è tipica del Giappone. Il processo di fermentazione è attivato da un fungo (Aspergillus Orizae) che è coinvolto nella preparazione di molti cibi tipici della cucina giapponese.
Ha tutti gli aminoacidi essenziali, fibre, vitamina K e minerali come il potassio.

 

Tempeh

Il tempeh è un alimento fermentato, ottenuto normalmente dalla soia e tipico dell'Indonesia. Grazie al suo alto contenuto proteico, è diventato popolare come prodotto vegetariano in sostituzione di carne e pesce. Inoltre, è un alimento molto completo poiché contiene tutti gli aminoacidi essenziali, magnesio, fosforo, potassio e ferro, tra gli altri nutrienti.

 

Cetriolo sottaceto

È un sottaceto fresco sottoposto a salamoia o fermentazione lattica e conservato sotto aceto. Oltre ai probiotici, possiede vitamine del gruppo B, vitamina A, vitamina K, magnesio, ferro, sodio, potassio e fibre.

 

Melanzane sott'aceto

Come il cetriolo, è un alimento in salamoia fermentato che si distingue quando si tratta di alimenti probiotici. Contiene vitamine del gruppo B come B1, B2, B3 e B6, sodio, calcio, potassio, fosforo e fibre.

 

Pane a lievitazione naturale

Il pane a lievitazione naturale (farina e acqua a fermentazione naturale) si distingue per l'alto contenuto di batteri del genere lactobacillus. Inoltre, ha un contenuto maggiore di vitamine del gruppo B, una maggiore attività antiossidante, una migliore qualità proteica e un indice glicemico inferiore rispetto al pane a lievitazione naturale non fermentato.

TESTO DI CHIARA LISI