QUANDO L’ORMONE VA GIU’
6 marzo 2017
NON SOLO SUSHI
6 marzo 2017

Estrogeni superamici

 


La menopausa è una fase della vita che può essere affrontata al meglio. Soprattutto oggi, grazie ai fitoestrogeni ormoni naturali che permettono di contrastare gli effetti spiacevoli di questo periodo di cambiamento.

Sbalzi di umore, depressione, vampate di calore, addio! La menopausa, che segna la fine del periodo di fertilità in una donna e coincide con la progressiva scomparsa del ciclo mestruale, è lo spauracchio di tutte. Il termine menopausa indica la definitiva cessazione delle mestruazioni ed è diagnosticata dopo 12 mesi consecutivi di amenorrea, ma la sindrome si può già manifestare due o tre anni prima della scomparsa del ciclo. La medicina tradizionale fino a oggi ha combattuto gli effetti fastidiosi di questi cambiamenti con ormoni di sintesi e farmaci, ma finalmente, in questi ultimi anni, si è aperta una nuova frontiera, i fitoestrogeni. Sempre di ormoni si tratta, ma di origine vegetale.

CHE COSA ACCADE

Tra i 45 e i 54 anni, nelle donne, le ovaie iniziano a smettere di funzionare. Con la cessazione definitiva, e fisiologicamente irreversibile, delle mestruazioni non si possono più avere figli. Questo accade perché il corpo femminile smette di pro- durre estrogeni, gli ormoni sessuali della donna. Le conseguenze di questi cambiamenti? Irregolarità del ciclo, disturbi urogenitali (vaginiti e cistiti ricorrenti) e fastidi e dolori durante l’attività sessuale. Aumenta anche il rischio di fratture per osteoporosi e il rischio cardiovascolare, legato a un maggiore accumulo di grassi. Per questo motivo in tale fase è cosa facile e diffusa prendere qualche chilo, prevalentemente sull’addome e i fianchi. Non sono meno importanti i disturbi tipo vampate di calore, cefalea e palpitazioni; come anche quelli psico-affettivi, tipo ansia e depressione, accompagnati da dolori articolari e muscolari, o da insonnia.

Estratto della rubrica “Nutrizione” della rivista PesoPERFECTO n°34

Condividi SchedaShare on FacebookTweet about this on Twitter

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi